Le posture post-allenamento: preveniamo il mal di schiena (prima parte)

 Riprende la collaborazione fra “Preparazionetennis” e “TennisWorldItalia”.

Il taglio degli articoli pubblicati sul sito dell’amico Max Grancini hanno un taglio più “divulgativo” e pratico: possono perciò essere applicati sul campo non solo dai colleghi preparatori, ma anche dai giocatori stessi.

Il rigore scientifico è però sempre assicurato.

Fin dalla sua nascita “Preparazionetennis” si è dato una regola ben precisa: quella di proporre contenuti basati su concetti scientifici corretti, ma senza farsi imprigionare da essi.

Tutte le proposte pratiche sono state sperimentate sul campo e sono pertanto applicabili con un minimo di sforzo organizzativo.

E’ passato oltre un anno dalla pubblicazione del mio primo post sul lavoro posturale, tempo che è stato necessario per sperimentare gli esercizi sul campo, organizzare un programma realmente applicabile nella realtà dei nostri circoli e verificarne i risultati.

I risultati sono stati talmente confortanti che ho adattato questo programma anche a ragazzi con problemi di atteggiamento scoliotico, petto carenato e gibbo, oltre a chi semplicemente presentava un accorciamento già strutturato della CMP.

Sulla base anche di esperienze di altri colleghi, tra cui i bravissimi Gennaro Manzari e Cristian Casella, si è dimostrato che la regola di una seduta di 60-80 minuti settimanali, per l’applicazione del Metodo Mézières, non è assoluta: è possibile ottenere risultati statisticamente confrontabili con 3 sedute settimanali di 15 minuti, rendendo questo metodo applicabile all’interno del processo di allenamento nella maggior parte dei circoli.

Ovviamente, chi non ha competenze in campo fisioterapico o osteopatico, non deve nemmeno lontanamente pensare di eseguire un intervento riabilitativo, se non supportato da una figura sanitaria: in questo caso limitatevi al programma preventivo, destinato a chi non ha problemi particolari.

Qui sotto troverete il link alla prima parte del lavoro, che descrive in termini semplici gli aspetti teorici.

Nelle prossime settimane potrete visionare gli esercizi, con immagini che renderanno chiaro un lavoro piuttosto complesso.

Su questo blog pubblicherò una versione del lavoro più “specialistica”, rivolta soprattutto ai colleghi tecnici.

Buona lettura!

http://www.tennisworlditalia.com/Prevenire-il-mal-di-schiena–le-posture-post-allenamento—parte-1-artt750.html

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...